Le Cassandre blaterano, ma la Bella addormentata s’è svegliata. E sarà bellissima

Osservatorio sulla legalità: di Feo: «Necessario segnale della vicinanza dello Stato»
25 Luglio 2020

TRINITAPOLI – C’è qualcuno in città che se vede crescere Trinitapoli sta male e deve sfogare la frustrazione provando a configurare scenari apocalittici. Che esistono, ma solo “secondo loro”. In vero la città cresce, malgrado questi iettatori disinformati e disperati. Perchè Trinitapoli era la Bella addormentata nel bosco, per colpa loro. Ma poi si è svegliata. E adesso sarà bellissima.

PISTA CICLABILE | Abbiamo illuminato la pista ciclabile e sono arrivati subito in difesa dei fenicotteri, che, secondo loro, con le luci se ne sarebbero andati. Abbiamo inaugurato il parco degli Ipogei e subito corrono in soccorso dei reperti archeologici, che, secondo loro, sarebbero esposti alle intemperie.

Ma la realtà è diversa. E certe suggestive preoccupazioni sono soltanto secondo loro. Perché poi alla pista ciclabile le luci sono così alte e dirette sul terreno da non disturbare neppure le auto che transitano: vanno affievolendosi progressivamente di notte, fino a spegnersi. Di contro, consentono di vedere odori, colori, suoni della natura della nostra bella Zona Umida. E di farlo in tutta sicurezza. 

E i fenicotteri? Sono addirittura aumentati. E quanto sono belli quando volano, si posano ed impreziosiscono il nostro territorio con la loro rosea presenza.

PARCO DEGLI IPOGEI | Ma le Cassandre lanciano infausti presagi. Adesso tocca al Parco archeologico: un gioiello che abbiamo inaugurato qualche settimana fa, dopo 9 anni impiegati a recuperare i ritardi della sinistra che dagli Anni 70 ad oggi non era stata capace di creare le condizioni per l’apertura. Si allarmano perché se piove credono che i reperti millenari dell’Età del Bronzo affoghino nella quarta dimensione. Niente di serio, perchè gli allagamenti in vero si registravano prima, quando le tettoie in legno erano insufficienti. Oggi, un sistema di sentine si aziona all’occorrenza, convogliando l’acqua piovana fuori dagli scavi. Ma secondo loro… la Soprintendenza non ci ha pensato? Non ci hanno pensato i progettisti? Ci vogliono i Cavalli a dirlo? Pure il sito di Stonehenge è all’aperto, come Pompei, Siponto e qualunque altro. 

LA BELLA ADDORMENTATA | Insomma, le catastrofi amministrative sono quelle che questa sinistra ha lasciato a Trinitapoli. E chi parla adesso ne è stato l’autore con tanto di firma. Sbraitare così li proietta dalla “realtà secondo loro”, al mondo delle favole: ricordano la fata cattiva che non fu invitata al battesimo e lanciò l’anatema alla piccola Aurora, “Ti pungerai con un fuso e dormirai 100 anni”. Anche Trinitapoli era la Bella Addormentata. Poi si è svegliata. E adesso sarà bellissima. Il futuro continua.