Opposizioni, il rifiuto di rifiutare la realtà. Per i rifiuti

Servizio civile, ecco il bando per 8 volontari impegnati in cultura e ambiente
6 Settembre 2019
Rifiuti, di Feo: «Avs in prima linea contro l’inciviltà»
10 Settembre 2019

TRINITAPOLI – Canta Levante: … un pollice non è verde.
Ti piace la natura ma non sai dare aiuti.
Ti va di fare un tuffo in mare ma poi ti rifiuti.
Tra i tuoi rifiuti
Tutti i rifiuti
Poi mi rifiuti
Poi ci rifiuti…

Il vero imbarazzo è questa opposizione abbarbicata ai rifiuti, ultimo ancoraggio alla sua esistenza politica sempre più vacua, inconsistente, inappropriata e sopratutto da marciapiede. Quando si passano anni e anni a dire sempre le stesse cose, accecati dall’odio personale e dalla frustrazione della propria evanescenza politica, si perdono la bussola, l’orizzonte e il buon senso. L’odio offusca la mente e fa dire scemenze; se addirittura si usa la bugia o si approfitta di errori per sostenere la propria leggerezza dell’essere significa che si è proprio alla frutta.

Non una proposta, non una iniziativa, assenteismo. E ciò che più è grave è la voglia spasmodica di mettere in cattiva luce la città di Trinitapoli. Questo modo di fare li condannerà fuori per sempre dalle istituzioni. Questi sterili dilettanti della politica rappresentano una contraddizione in termini: da un lato riconoscono lo stato emergenziale della vicenda dei rifiuti (a livello nazionale e non solo locale) e dall’altro lato ne disconoscono le naturali conseguenze. Poveretti: sanno che i dati della differenziata sono ben più alti di quelli da loro conclamati (approfittando di un errore di comunicazione degli uffici. E appellarsi vacuamente a ciò è da meschini); sanno che i ritardi nella gara unica di aro non possono essere attribuiti all’Aro Bt 3 e quindi ai Comuni di Margherita, Trinitapoli e San Ferdinando di Puglia.

Piuttosto interroghino la Regione, o l’Ager (che è responsabile della procedura) che ha già nominato il RUP (bugiardi e in mala fede); sanno che la Regione è in totale confusione sul piano regionale dei rifiuti (autolesionisti); sanno che la Regione è in grave ritardo sui rimborsi per il ristoro dei costi di trasferenza (parlano di aumento… agitatori); sanno che l’uscita dal Consorzio Fg4 e dalla Sia Srl ha prodotto risultati migliori, ed evidenti, per le città di Trinitapoli, Margherita e San Ferdinando (delusi ed illusi) ; sanno che il ricorso Tar presentato con i soldi presi dalle tasche dei cittadini è inutile (sconfitti su tutta linea); sanno di non aver alcun seguito e di essersi persi nei rifiuti… rifiutandosi di non rifiutare la realtà (è tutto un rifiuto mai un sì).

Poveretti la storia: li sta sbugiardando e smascherando. È solo questione di tempo.