Giornata dell’autismo, tutte le iniziative da oggi al 6 aprile

Ok del Consiglio ad un’altra opera di interesse pubblico
29 Marzo 2019
Agricoltura, de Lillo: «Da oggi, corso di potatura ed innesto degli alberi da frutto»
5 Aprile 2019

TRINITAPOLI – Un laboratorio di teatroterapia ed arteterapia, nella giornata mondiale dell’autismo. Domani, 2 aprile alle 17, la biblioteca comunale ospiterà “Incontriamoci nel blu”.

L’evento è realizzato su iniziativa del Comune di Trinitapoli, in collaborazione con l’associazione “Compagni di Viaggio” e la coop Lilithmed 2000 che gestisce la struttura culturale di Viale I Maggio. L’istituto scolastico “Don Milani” avvia già da oggi “Nel blu, dipinto di blu”, una settimana di sensibilizzazione sul tema, con attività didattiche ed approfondimento. Domani, presso Palazzo di Città e Museo degli Ipogei, le facciate saranno illuminate di blu: l’iniziativa comunale è stata proposta dal gruppo provinciale Bat dell’Angas, associazione nazionale dei genitori dei soggetti autistici.

LIGHT IT UP BLUE | Le Nazioni Unite nel 2007 hanno indicato il 2 aprile come la giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo. Lo scopo, quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla patologia autistica, nella speranza di contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone affette da questo disturbo. Obiettivo della campagna mondiale “Light it up blue” è far luce sull’autismo, promuovendo la ricerca e contrastando le discriminazioni e l’isolamento delle persone malate.

TEATRO E ARTE COME TERAPIA | «Domani proporremo un laboratorio di teatro e arte – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione, Marta Patruno – , incentrati sulla prospettiva dalla parte dei bambini affetti da questo disturbo. Attraverso esercizi teatrali e tecniche plastico-pittoriche mirate, i partecipanti saranno stimolati ad una rilettura dei rapporti e alla ricerca di vie comunicative sempre nuove».

Dall’1 al 6 aprile, è in corso alla “Don Milani” la settimana per la sensibilizzazione alla consapevolezza sull’autismo: attività didattiche ed approfondimento
«L’arteterapia – interviene l’assessore ai Servizi sociali, Maria Iannella – si caratterizza come un approccio di sostegno non verbale, mediante l’utilizzo di materiali artistici, basandosi sul presupposto secondo cui il processo creativo corrisponda a un miglioramento dello stato di benessere della persona, migliorandone la qualità del vissuto».

L’esperienza proposta vuole mettere in luce che, anche laddove debba esistere un’inibizione dei comuni canali di comunicazione, come spesso accade alle persone con autismo o altre disabilità, possono esserci altri tipi di strategie comunicative volte ad includere ognuno di noi con le proprie straordinarie diversità.