Tradizioni, le 7 pupe quaresimali “recuperate” dal liceo Staffa

La nuova Lega a Trinitapoli con Albore, Peschechera e Tiritiello
3 Marzo 2019
Albore: «Nessun passaggio, Lima mente sapendo di mentire»
5 Marzo 2019

TRINITAPOLI – Il liceo “Scipione Staffa” recupera la tradizione quaresimale delle 7 pupe di pezza. Questa mattina in Viale Vittorio Veneto sono state appese le 7 bambole che rappresentano altrettante settimane prima della Pasqua, periodo in cui secondo usanza non venivano celebrati matrimoni. Ogni domenica ne verrà sfilata una, fino al giorno della Resurrezione.

Si tratta di una tradizione tipica della Quaresima a Trinitapoli: ogni bambola di pezza veniva confezionata dalle sarte del paese, secondo il rituale. E ogni pupa ha una simbologia nel percorso verso il matrimonio: 3 invitati, 2 testimoni, lo sposo vestito di nero (sfilato la domenica delle Palme) e la sposa in bianco (a raffigurare la Pasqua). Terminate le 7 domeniche, infatti, si ritornava a poter celebrare matrimoni.

«Ringrazio la professoressa Dina Deangelis – commenta l’assessore alla Pubblica Istruzione, Marta Patruno – per aver recuperato questa singolare e bella tradizione popolare, coinvolgendo i ragazzi del liceo. Ritornare a cucire quelle bambole, tramandate nei racconti delle nonne, significa saldare una volta di più il legame tra innovazione e tradizione, tra scuola e territorio».