Servizio civile, otto ragazzi al lavoro tra cultura e ambiente

Carnevale, ultimi scampoli tra Putignano, press tour e letture in maschera
1 Marzo 2019
La nuova Lega a Trinitapoli con Albore, Peschechera e Tiritiello
3 Marzo 2019

TRINITAPOLI – «Sono ufficialmente partiti il 20 febbraio i due progetti di servizio civile che proseguiranno fino al 19 febbraio 2020. Intanto abbiamo già presentato le proposte per il finanziamento del Ministero della Gioventù anche per il biennio 2020/2021». L’assessore ai Servizi sociali, Maria Iannella, annuncia l’avvio dei progetti realizzati da Massimiliano Arena nelle aree tematiche di cultura e ambiente.

“Conosciamo Trinitapoli” e “Questo ambiente è casa mia” sono i 2 programmi che vedono impegnati 8 ragazzi trinitapolesi divisi in due gruppi. Un posto è stato lasciato temporaneamente vacante per rinuncia, ma sarà surrogato nei prossimi giorni, attraverso lo scorrimento della graduatoria. L’iter era partito nel 2017, con la presentazione dei progetti che poi a novembre 2018 sono stati approvati e selezionati dal Ministero della Gioventù. Agli 8 volontari complessivamente selezionati saranno riconosciuti 433,80 euro per 12 mensilità.

“Conosciamo Trinitapoli” nell’area Cultura «si occuperà – spiega l’assessore Marta Patruno – della gestione e conservazione della biblioteca e del polo museale. L’ausilio dei volontari sarà prezioso per avvicinare specialmente i più giovani ai nostri beni culturali ed alle nostre tradizioni».

“Questo ambiente è casa mia” nel settore Ambiente guarderà invece alla cura delle aree verdi e alla riqualificazione urbana, innanzitutto con un censimento delle zone e delle necessarie eventuali manutenzioni, di concerto con Ufficio tecnico e agenti di Polizia municipale. «Attenzione particolare – spiega l’assessore Giustino Tedesco – sarà riservata alla raccolta differenziata: i volontari potenzieranno il servizio, per raggiungere chi necessita di sostegno, consentendo così una migliore attività ed un incremento anche in chiave ambientale ed economica».

Così, i 2 progetti di servizio civile «assumono l’importanza fondamentale – commenta il sindaco Francesco di Feo – della vera e propria risorsa del territorio, per il territorio: il coinvolgimento partecipe e volitivo di questi ragazzi ci consentirà per 12 mesi di amplifica ed ampliare i servizi offerti, in due settori strategici per il rilancio del sistema Trinitapoli anche in chiave turistica».