Sociale, tra cultura e ambiente ecco i progetti per 8 volontari di servizio civile

Sicurezza, nuova sede della Polizia Locale all’ex tribunale. Presidio di legalità
20 settembre 2018
Consiglio, lunedì dalle 17 diretta della seduta intercomunale
21 settembre 2018

TRINITAPOLI – Le iscrizioni restano aperte fino al 28 settembre prossimo, ma ieri sera nell’auditorium dell’Assunta sono stati presentati i 2 progetti di Servizio civile finanziati dalla Regione Puglia al Comune di Trinitapoli su iniziativa dell’assessore ai Servizi sociali, Maria Iannella: uno culturale, l’altro ambientale, impegneranno per 12 mesi 8 volontari in totale.
Al convegno di presentazione, i saluti del sindaco Francesco di Feo, degli assessori interessati, Marta Patruno (Cultura) e Giustino Tedesco (Ambiente), la dirigente comunale e coordinatrice dei progetti, Angela Maria Montanaro. Quindi, il progettista, selettore e formatore Massimiliano Arena.

DUE PROGETTI PER 8 VOLONTARI | Un primo programma, dal titolo “Conosci… Amo Trinitapoli” vedrà impegnati 4 unità tra i ragazzi e le ragazze che avranno partecipato con successo alle selezioni. “Abbiamo coniugato – spiega Arena – l’amore per il territorio, attraverso la ripresa delle tradizioni, ponendo in stretta ed operativa relazione il Museo degli Ipogei con la biblioteca comunale”.
Un secondo progetto, poi, riservato ad altri 4 volontari, si chiamerà “Questo ambiente è casa mia” e prende spunto da una citazione di Jorge Mario Bergoglio: “Papa Francesco – spiega Arena – invita a considerare la natura come propria, rispettandola non già per osservanza di regole, quanto per senso di affettuosa e grata appartenenza. Di qui, ci muoveremo lungo la direttrice della conoscenza, la salvaguardia e la custodia di aree verdi e spazi comuni”.

COME PRESENTARE DOMANDA | Ciascun candidato potrà presentare domanda solo per uno solo dei 2 progetti, pena l’esclusione dalle selezioni. Non potranno partecipare coloro che sono impegnati in altre attività di servizio civile. Agli 8 volontari complessivamente selezionati saranno riconosciuti 433,80 euro per 12 mensilità.

La domanda di partecipazione, con allegata dichiarazione dei titoli e informativa sulla privacy, potrà essere presentata, entro il 28 settembre, unitamente al curriculum e documenti di identità, a mano presso l’Ufficio Protocollo, o con raccomandata indirizzata al Comune di Trinitapoli (Piazza Umberto I n. 10 – 76015 Trinitapoli Bat), o tramite posta elettronica certificata scrivendo a protocollo@pec.vivitrinitapoli.info. Per informazioni, sarà possibile contattare fino alla scadenza dei termini di presentazione delle domande, l’istruttore di Segreteria Concetta Montuori (c.montuori@comune.trinitapoli.bt.it) ed il redattore dei progetti Massimiliano Arena (maxare84@gmail.com).

IL SERVIZIO CIVILE | I progetti si svolgeranno nelle ore pomeridiane e serali, ma anche in quelle curricolari di concerto con le scuole: dapprima si rileverà quale percezione abbiano i giovani del patrimonio culturale e dell’ambiente che li circonda, quindi si passerà alla fase di sensibilizzazione. Singolare ed importante per il finanziamento regionale, la scelta dei falò: “Nelle serate estive – spiega il progettista – i giovani ascolteranno direttamente dagli anziani pagine di storia locale, suggestivamente attorno ad un fuoco”. Imparare, divertendosi, insomma. Il servizio civile dal 2004 in poi non è più l’obiezione di coscienza riservata agli uomini in alternativa al servizio di militare: “Oggi è aperto a tutti – aggiunge Arena – come scelta di aprire la propria vita in un momento postadolescenziale verso la maturità, dedicandosi allo Stato, ad un Comune, per conoscere leggi, maturare competenze che saranno utili nel mondo del lavoro”.

Comments are closed.