Estate, ecco #PlayTrinitapoli: promuovere il territorio tra natura, sport e cultura

playtrinitapoli

TRINITAPOLI – Definito il programma completo per #PlayTrinitapoli, il progetto promosso da Casa di Ramsar e Associazione Tautor che gestisce Parco e Museo degli Ipogei. Nove appuntamenti, nell’ambito di “InPuglia365 – la tua estate oltre il mare” tra il 9 ed il 24 settembre prossimi.

COS’È PUGLIA365 | Puglia365 è il Piano Strategico del Turismo della Regione Puglia 2016-2025 che comprende enti locali, associazioni datoriali e sindacali, stakeholder, opinion leader locali, Università, Gruppi di Azione locale e Mibact. Nei mesi scorsi, l’Agenzia Pugliapromozione ha lanciato un nuovo avviso pubblico per la raccolta di proposte progettuali, in linea con le strategie di marketing territoriale, mirate alla fruizione turistica, per i mesi di agosto e settembre 2017. Gli eventi riguarderanno siti di interesse turistico ma non ancora noti dell’entroterra pugliese. Il progetto #PlayTrinitapoli è stato premiato col finanziamento lo scorso 12 agosto, con eventi che si snoccioleranno nei 3 weekend centrali del mese prossimo. Responsabili per Casa di Ramsar e Tautor, Paola Martucci ed Elisabetta Tomaiuolo.

TRE WEEKEND CON #PLAYTRINITAPOLI | Si parte sabato 9 settembre alle 17, con la caccia al tesoro per le vie cittadine di Trinitapoli. L’indomani mattina, nordic walking nella Zona umida, tra sport e natura; archeocamp per tutti nel pomeriggio, scavando alla ricerca dei reperti di cui è ricca Trinitapoli.

Sabato 16 settembre alle 18, parte la notte al Museo degli Ipogei, evento per bambini tra favole, giochi e colazione il giorno successivo. La domenica alle 9, Ofanto in canoa: escursione guidata navigando il fiume. Nell’occasione si sperimenterà una nuova modalità di fruizione del Parco Regionale del fiume Ofanto, in un tratto compreso tra San Ferdinando di Puglia e Trinitapoli. Le condizioni di accesso al fiume non consentono per il momento di coinvolgere target di turisti senza alcuna esperienza di canoa, da qui la necessità di sperimentare un primo approccio con canoisti dilettanti, anche di limitata esperienza, sotto la guida di un maestro di canoa e di una guida del Centro di Educazione ambientale “Casa di Ramsar” che illustrerà gli aspetti naturalistici e biologici dell’ecosistema fluviale. Pomeriggio dedicato alla visita alla struttura museale degli Ipogei, recentemente protagonista di una campagna di crowdfunding per l’ampliamento al piano superiore, dove, dopo l’esposizione della fase dell’invocazione alla dea della fertilità (al piano terra), saranno esposti i reperti dell’Età del Bronzo legati al culto dei morti (al piano superiore da allestire).

Ultimo weekend a partire dalle 19 di sabato 23 settembre: notte sotto le stelle, con osservazione astronomica e degustazione di prodotti tipici locali. La domenica alle 9, tour in bicicletta dalla stazione ferroviaria di Trinitapoli, con tappe nel centro storico, proseguendo tra natura e degustazioni fino alla Zona umida e al Parco degli Ipogei in Via Mare. Nel pomeriggio, il laboratorio di archeologia sperimentale “cavarsela nella preistoria” chiuderà il progetto di promozione del territorio.

Per informazioni e prenotazioni, è possibile chiamare o scrivere direttamente all’associazione Casa di Ramsar (mail: info@casadiramsar.it – tel: 3382786349) o Tautor (mail: tautor.didattica@gmail.it – tel: 3400794608).

AVAMPOSTO A DUE PASSI DAL MARE | “Ringraziamo ancora una volta la solerzia delle associazioni culturali del territorio – osserva l’assessore a Cultura e Turismo, Marta Patruno – per l’attenzione e la capacità di intercettare le possibilità finanziarie offerte dagli enti sovracomunali. Questo progetto di Casa di Ramsar e Tautor siamo certi coinvolgerà i trinitapolesi e non solo alla scoperta di un territorio che ha tanto da offrire dal punto di vista storico e paesaggistico, ma anche ricreativo. Creare la giusta sinergia tra le forze sociali e culturali crea i presupposti per far conoscere Trinitapoli. E questo è il primo passo per affermarci come avamposto turistico a due passi dal mare”.