Rifiuti, di Feo: “Lavoriamo per ridurre i disagi ai cittadini e riflettiamo sul futuro”

sia srl

TRINITAPOLI – È partita questa mattina la raccolta della carta. Il Comune fa così fronte allo sciopero dei dipendenti di Sia Srl, riprendendo autonomamente il servizio di pulizia dai rifiuti.

Ieri pomeriggio il sindaco Francesco di Feo aveva disposto un’ordinanza che stamattina di buon’ora è stata firmata dal vicesindaco Andrea Minervino: in caso di perdurante stato di agitazione dei dipendenti della Srl di Forcone Cafiero, il Comune di Trinitapoli avrebbe provveduto diversamente, addebitando i costi dell’intervento alla stessa Sia. Così è stato.

LE FIBRILLAZIONI INTERNE A SIA | Alla base della presa di posizione delle sigle sindacali in seno a Sia ci sono incertezza sul futuro aziendale e disappunto sulle politiche interne attuali. “La raccolta dei rifiuti è un servizio pubblico essenziale e non può essere interrotto per nessuna ragione anche se condivisibile – ammonisce il sindaco di Trinitapoli – . Questo modo di fare finirà per creare un’altra Asia bis”.

La situazione interna, in sostanza, non può pesare sui cittadini che pagano le tasse: “Ogni anno in prossimità dell’estate – osserva il primo cittadino casalino – le fibrillazioni interne a Sia finiscono per lasciare rifiuti in strada. È inaccettabile, anche perché pur comprendendo le ragioni dell’agitazione, ci si può sedere ad un tavolo di confronto tra le parti sindacali, i vertici del Consorzio e di Sia solo riprendendo il servizio nei Comuni”.

I DOVERI VERSO I CITTADINI | “Abbiamo il dovere verso i nostri cittadini – fa sapere idi Feo – di efficientare il servizio, di evitare che i rifiuti possano restare per le strade. Ed è quello che stiamo facendo, anche ricorrendo in modo temporaneo ad altre soluzioni. Quando siamo stati chiamati al capezzale della Sia, abbiamo fatto l’impossibile per salvare l’azienda. Ma se questi sono i risultati, dobbiamo riflettere in prospettiva futura. Come negli altri 9 Comuni del Consorzio Fg 4, paghiamo a Sia una quota considerevole ed esigiamo rispetto ed efficienza”.

Nelle prossime ore, dopo la carta, si proseguirà con la raccolta degli altri rifiuti, “assicurando – conclude il sindaco – la pulizia della città ma anche gli standard di differenziata che con sacrificio questa nostra realtà è riuscita a raggiungere”.