Social, le donne del centrodestra: “Solidarietà alle concittadine del Pd, offese da Marrone”

Cultura, al via gli appuntamenti del maggio dei libri nella città che legge
4 maggio 2017
Social, Piticchio (Fi), solidarietà alle donne Pd e condanna agli insulti sessisti”
6 maggio 2017

20170504_pd_trinitapoli

TRINITAPOLI – “Solidarietà totale ed incondizionata alla consigliera Anna Maria Tarantino, alla segretaria del Pd Maria Andriano ed alla attivista Filomena Bruno”. Le donne del centrodestra casalino si schierano con le colleghe dell’opposizione, dopo l’ultima offesa social del consigliere del Movimento 5 Stelle Francesco Marrone.

“Quanto accaduto nelle ultime ore sul web – scrivono in una nota congiunta Antonietta de Lillo, Caterina Di Molfetta, Maria Iannella, Nicoletta Ortix, Marta Patruno – necessita di una forte presa di posizione delle istituzioni”.

Le donne di maggioranza esprimono la loro piena solidarietà alla Consigliera Tarantino, alla Segretaria del PD Andriano e alla tesserata Bruno che sono state oggetto di offesa da parte del Consigliere Francesco Marrone del M5S, il quale in più occasioni si è già reso protagonista di episodi di insulti personali nei confronti dei suoi avversari politici fuori e dentro l’aula consiliare. Di qui l’auspicio congiunto: “Chi ricopre ruoli pubblici ha il dovere di porre fine a questi comportamenti e schierarsi apertamente contro tale deriva”.

ORTIX | “Non si può sottacere il grave episodio che vede protagoniste donne impegnate attivamente in politica – scrive il presidente del Consiglio Nicoletta Ortix – e che, solo per questo, sono state oggetto di insulti sessisti che trascendono e vanno ben oltre la competizione di parte. Il ruolo che i Consiglieri comunali sono chiamati a ricoprire esige il mantenimento di un profilo adeguato alle istituzioni che si rappresenta, per il rispetto delle conquiste di civiltà e democrazia che le stesse simboleggiano. La delegittimazione delle istituzioni democratiche e della cultura del confronto, alla quale purtroppo assistiamo quotidianamente, è frutto dell’ormai diffuso costume della mancanza di rispetto della persona ancor prima che dell’avversario”.

IANNELLA | “ È avvilente constatare che  bisogna percorrere ancora molta strada per abbattere pregiudizi e discriminazioni nei confronti delle donne che esercitano il loro  diritto di fare politica – fa eco l’assessore alle Pari opportunità Maria Iannella – , molte delle quali ricoprono un ruolo, e che si spendono ogni giorno per il riconoscimento delle proprie  attitudini e per offrire un servizio utile al contesti sociale in cui vivono. Oggi è stata scritta una pessima pagina che contrasta con la civiltà e lo sviluppo della nostra città e l’appello della sottoscritta è quello di essere solidali  contro chi ha offeso la dignità e la moralità altrui infangandole verso una deriva che può appartenere solo a chi non avendo contenuti politici cerca di emergere attraverso il vilipendio”.

DE LILLO | “Le donne rivestono nella società attuale un ruolo importante, non si sottraggono al proprio ruolo di madri, mogli, professioniste, politiche, portandolo avanti con dignità e serietà”, conclude Antonietta de Lillo, capogruppo del gruppo consiliare La Fabbrica del futuro, anche a nome delle consigliere Patruno e Di Molfetta.  “Il monito va alle donne del M5S – continua – che avrebbero dovuto esprimere immediatamente indignazione nei confronti del loro rappresentante, espressione altresì di tutti i cittadini che lo hanno sostenuto  e del suo maldestro tentativo di porre rimedio ad una affermazione tanto offensiva. Si esprime piena solidarietà ad Annamaria, Maria e Filomena auspicando che il dibattito politico, seppur duro, possa manifestarsi secondo i principi di civiltà e correttezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.