Ambiente, Tedesco: “Celebriamo la giornata mondiale delle Zone umide avviando una progettazione mirata”

zona umida

TRINITAPOLI – Trinitapoli festeggia la giornata delle Zone Umide avviando la progettazione di interventi per la tutela e la valorizzazione della biodiversità del proprio territorio naturale. Il 2 febbraio 2017 ricorre il 46esimo anniversario della firma della Convezione di Ramsar sulle Zone Umide di Importanza Internazionale ed in tutto il mondo questa data è l’occasione per affermare con forza l’importanza strategica che la tutela di queste aree riveste nella vita del pianeta e di tutti i suoi abitanti.

“Celebriamo questa giornata dando inizio ad una programmazione mirata a tutela della nostra area condivisa col Comune di Margherita di Savoia”, spiega l’assessore all’Ambiente, Giustino Tedesco.

L’occasione è fornita dalla iniziativa della regione Puglia che, nell’ambito del Por Puglia 2014/2020 – Asse VI – “Tutela dell’Ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali”, ha invitato gli enti e amministrazioni pubbliche in forma singola o associata e gli enti gestori delle Aree Naturali Protette a proporre manifestazioni di interesse per interventi finalizzati alla tutela e valorizzazione della biodiversità terrestre e marina.

“Si tratta di un importo di 9 milioni di euro – aggiunge Tedesco – che la Regione Puglia destinerà a proposte progettuali che, dopo aver superato la valutazione di ammissibilità e l’istruttoria di valutazione tecnica, saranno oggetto di una fase negoziale in cui, attraverso tavoli tecnici mirati, avrà luogo la definizione di dettaglio delle proposte e l’individuazione e selezione puntuale degli interventi”.

Nella fase di individuazione degli interventi più opportuni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità dell’area della Zona Umida di Trinitapoli, l’amministrazione comunale si avvarrà della collaborazione dell’associazione L’Airone onlus, ente gestore del Centro di Educazione Ambientale “Casa di Ramsar”. Le proposte saranno presentate agli altri Comuni dell’area Ramsar, invitati per il 9 febbraio prossimo a Trinitapoli, per valutare una eventuale proposta unitaria e coerente con la pianificazione territoriale regionale ed europea.

“Il Comune di Trinitapoli intende fare la sua parte per la conservazione della Zone Umide di Importanza Internazionale della Salina di Margherita di Savoia, a beneficio del nostro territorio e dell’equilibrio ambientale globale – commenta il sindaco Francesco di Feo – . La Convenzione di Ramsar chiama tutti noi, dai cittadini agli amministratori locali fino alle più alte istituzioni nazionali ed europee, a proteggere e valorizzare degli ecosistemi preziosi ed insostituibili, inoltre tutela dell’ambiente vuol dire sviluppo locale. Il Centro di Educazione Ambientale Casa di Ramsar da anni svolge questa funzione e la data del 2 febbraio segna l’inizio di un nuovo anno di impegni per la salvaguardia della nostra bellissima zona umida”.