Comunali 2016, di Feo a Unrra Casas: “Stiamo dando dignità ad un quartiere a lungo abbandonato”

Comunali 2016, di Feo presenta il programma di sviluppo
25 maggio 2016
Cultura, di Feo: “Biblioteca? Bilancio eccellente. Espressione di rinascita”
28 maggio 2016

TRINITAPOLI – Il camper di Francesco di Feo fa tappa al quartiere Unrra Casas, teatro di riqualificazione dei 97 appartamenti dell’Arca Capitanata e di sostituzione e messa in sicurezza di alberi.

A spiegare i passaggi della rinascita del quartiere a ridosso della Zona industriale, questo pomeriggio oltre al sindaco, il suo vice Andrea Minervino e l’assessore ai Lavori Pubblici Giustino Tedesco.

Già consegnati 24 appartamenti su 60 del primo stralcio di interventi ai legittimi assegnatari. Nei mesi scorsi l’assessore al Verde, Minervino, aveva provveduto alla piantumazione di due platani, del valore unitario di oltre 8mila euro e alti una quindicina di metri, che stavano danneggiando con la loro crescita le palazzine di Via Mulini angolo Via Meucci, altro quartiere di edilizia sociale, oggetto di interventi di riqualificazione.

Per Unrra Casas, “l’Arca – spiega Tedesco – ha proceduto ad appaltare il completamento di 36 nuclei abitativi del primo ciclo di interventi. Il secondo stralcio, dopo i primi 60, riguarderà 12 alloggi in 3 palazzine. Seguirà un terzo stralcio, per il quale il Comune sta programmando il trasferimento delle famiglie”.

“Cinque anni fa – ricordano Minervino e Tedesco – il quartiere era abbandonato a se stesso, con marciapiedi dissestati, tetti fatiscenti, ricettacolo di sporcizia per tutta la zona. Abbiamo immaginato un recupero radicale che continuerà nei prossimi mesi, con l’apertura del quartiere alla città”. A margine delle stecche di case già riqualificate, la realizzazione di due locali che avranno destinazione sociale: in uno la casa degli anziani, nell’altro la ludoteca per minori.

“Stiamo dando forma a questo quartiere – spiega il sindaco ai cittadini – e continueremo a farlo, di concerto con l’Arca. Abbiamo da sempre sostenuto la necessità di riqualificare Unrra Casas per restituire la giusta dignità all’interno del sistema città, in un’ottica che vedrà come tema centrale del prossimo sviluppo urbanistico il raccordo tra il centro e le periferie. Cinque anni fa siamo venuti qui a chiedere fiducia, annunciando che con noi sarebbero partiti questi lavori: così è stato. Oggi siamo qui a chiedere una conferma, certi di poter tornare qui ad annunciare che l’intera riqualificazione sarà terminata nei prossimi 5 anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.