Forza Italia: “Giorno del Ricordo, testimonianza di identità”

TRINITAPOLI – Una corona di alloro alla targa di Via Isonzo, una mostra fotografica in Viale Vittorio Veneto e brevi interventi commemorativi. Così Forza Italia di Trinitapoli ha inteso celebrare il 10 febbraio, dal 2004, Giornata del Ricordo, per non dimenticare l’esodo di quasi 350mila italiani in Venezia Giulia e dei 10mila infoibati.

L’iniziativa è stata fortemente voluta dal coordinatore cittadino degli azzurri, Carmelo Piticchio. In una Trinitapoli assolata, la narrazione del rappresentante di Forza Italia Giovani, Rino Lionetti; a seguire la testimonianza del giornalista Gianvito Casarella, nel Nord-Est qualche anno fa per un servizio; il consigliere regionale Nino Marmo, che ha ricordato i gulag e tutti i genocidi e le pulizie etniche del secolo scorso.

Presenti, i rappresentanti locali e provinciali di Fi, Ncd e Noi con Salvini, assessori e consiglieri di maggioranza.

E ancora, i saluti del consigliere provinciale e vicesindaco, Andrea Minervino: “Dobbiamo ricordare sempre a tutti che i morti sono tutti uguali. E che la libertà ha provocato vittime e sangue”.

A chiudere la mattinata di celebrazioni, il primo cittadino, Francesco di Feo: “Ricordare significa tenere viva l’identità. Questa città ha saputo farlo nel 2012 con l’intitolazione di una strada alle vittime delle foibe e deve saperlo fare ogni volta che la violenza mette a rischio la libertà”.